Fisioterapisti associati

RSQ1 è un apparecchio elettromedicale, sviluppato e basato su anni di esperienze di fisioterapisti competenti, che stimola il sistema neurologico tramite particolari correnti elettriche.

RSQ1 in azione

RSQ1 in azione

RSQ1 è utilizzato in combinazione con esercizi fisici, in modo da contrarre e rilassare i muscoli secondo la corretta attivazione. Il vantaggio di RSQ1 è la rapidità con la quale si conseguono i risultati, anche a livello sportivo, consente di eseguire trattamenti preventivi ed ottenere recuperi più rapidi. E’ una terapia che può svolgere chiunque, persona giovane o anziana.

  • Supporto per allenamento della forza / ipertrofia
  • Supporto di riscaldamento / defaticamento
  • Recupero degli infortuni più rapido
  • Rilassamento muscolare
  • Mantenimento ed incremento della Range di Movimento
  • Recupero più rapido dopo intervento chirurgico
  • Gestione del dolore

Le controindicazioni sono quelle legate all’elettrostimolazione:

  • Gravidanza
  • Pacemaker
  • Sensibilità del riflesso carotideo alterata
  • Patologie del piano transcerebellare
  • Tumori

RSQ1 è un dispositivo medico conforme alla direttiva europea per i dispositivi medici 93/42/EEC.

 _______________________________________________________________________________________

Tecarterapia

TECAR

La Tecarterapia (Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo, Tecar® e Tecarterapia® sono marchi registrati di Unibell International)

E’ una tecnica che stimola energia dall’interno dei tessuti biologici, attivando i naturali processi riparativi e antinfiammatori. La ragione d’essere della Tecarterapia sta nella constatazione che ogni patologia osteo-articolare e dei tessuti molli rallenta e modifica i processi biologici che stanno alla base della riparazione del danno subito.

Essa infatti richiama le cariche elettriche da tutto il corpo, sfruttando il modello del condensatore, cioè due conduttori affacciati e separati da un isolante. Se si collegano i due conduttori a un generatore elettrico di differenza di potenziale, sui conduttori si accumuleranno cariche elettriche che si opporranno alla corrente fino a ridurla a zero quando il sistema è carico. Nella Tecarterapia un elettrodo è collegato a un generatore , mentre il secondo conduttore è rappresentato dal tessuto biologico.

Nella zona sotto terapia si avrà un flusso di cariche con attivazione metabolica e un effetto termico endogeno (cioè che nasce dall’interno). Se l’elettrodo mobile non è elettricamente isolato, la concentrazione di cariche avviene nei tessuti a più alta resistenza (osso e articolazioni) che fungono quindi da isolanti (contatti resistivi).

Il metodo sul quale si basa la Tecarterapia è coperto da un brevetto internazionale (EP 08933140) riconosciuto in tutto il mondo.

 _______________________________________________________________________________________

PALESTRA